• graziosiyoumedia

Spreco Alimentare ...Oggi

Aggiornato il: 19 dic 2019

Negli ultimi 40 anni lo spreco alimentare nel mondo è aumentato del 50%.

Si stima che in Italia il 10% del cibo viene sprecato, pari all'importo annuo di ca. 500/600 € per nucleo familiare.

Tutto questo non è accettabile! Siamo spreconi perché abbiamo perso la capacità da dare un valore agli alimenti.

Nel passato c'era la coscienza che un kg di pomodori rappresentava il frutto di un duro impegno stagionale: semina, coltivazione, raccolta. Oggi se compriamo lo stesso kg di pomodori questo vale pochi minuti di un salario medio.

I cibi che non sappiamo “gestire” sono sopra tutto quelli freschi (latticini, uova, carne, yogurt) pane, frutta e verdura.

Basta una piccola ammaccatura, una forma irregolare o un colore poco brillante per decidere di lanciare un alimento nella pattumiera.

- le famiglie più numerose sprecano minori quantitativi a persona rispetto ai nuclei più piccoli;

i bambini spreconi diventano adulti sciuponi.

Proprio riguardo a quest'ultimo punto si scopre che molti marmocchi lasciano buona parte del proprio cibo nel piatto se distratti da qualcos'altro che ingolosisce di più.

Oggi stiamo vivendo dei grandi cambiamenti sociali ed è imperativo riuscire a rottamare gli sprechi alimentari.

Quando si fa la spese: fare attenzione ai prodotti in offerta, controllare le scadenze sulle etichette.

In frigorifero: mettere nella parte interna i prodotti con le scadenze più lontane e a portata di mano quelli di prossima deperibilità.

Quando si cucina: valutare attentamente le dosi degli ingredienti utili a realizzare una ricetta (l'esagerazione fa male anche alla salute).

Quando si è a tavola: Gli avanzi vanno riutilizzati nelle ricette del recupero che sono la ghiotta identità della cucina regionale italiana (dalle polpette alle zuppe , e ora anche gelati ).

Non sprecare non è simbolo d'avarizia ma d'intelligenza. Sarebbe auspicabile ricordarsi che anche l'economico litro di latte, presente nelle lucenti confezioni degli scaffali dei supermercati, contiene oltre al nutrimento anche un territorio, un'ambiente e delle emozioni.

fonte RAI https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=4z72sNzjjxI

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti